Una risorsa da valorizzare e comunicare: PAT

PAT: un elenco di risorse, dimenticato

Il riconoscimento PAT regolato dal Decreto Ministeriale 18 luglio 2000 n. 130, tutela i prodotti “ottenuti con metodi di lavorazione, conservazione e  stagionatura  consolidati  nel tempo, omogenei per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai venticinque anni”.

Quindi, sotto il marchio PAT rientrano prodotti agroalimentari che hanno un legame intenso con il territorio, radicato nel tempo, e che ne sono diventati un’espressione, con la loro unicità. Normalmente il prodotto che gode della presenza in questo elenco può, domani, chiedere ed ottenere un riconoscimento più forte come l'IGP o DOP.

Idlabproject sta studiando sul serio le potenzialità di tali alimenti, preziose risorse per un Territorio che purtroppo fino ad oggi non hanno avuto l'attenzione che meritano. Il nostro ruolo è rimettere in vetrina il valore dei PAT, il suo legame con la metodologia di produzione e con chi le produce. Aiutare questi alla comunicazione di quanto fatto quotidianamente, con strategia di comunicazioni autentiche ed identitarie intrinsecamente connesse alla identità di quando comunicato.

Orgogliosi di menzionare uno dei progetti portati avanti da idlabproject, commissionato dal Mastro Salatore di Bottarga di Tonno Rosso. La Bottarga di tonno rosso del Mediterraneo è ufficialmente inserita nell’elenco aggiornato al marzo 2019 al  N.222.. Ma a ciò si aggiungono altri risultati di notevole interesse storico.

Infatti la Regione Sicilia nell’anno 2016 con il  coordinamento tecnico-scientifico  del Dott.Giuseppe  Barbera ha sviluppato un progetto Le Bottarghe Eccellenze del Mediterraneo.

PARTICOLARE RETRO ETICHETTA CON MARCHIO PAT

Dalla lettura di questo progetto è emerso con chiarezza come la figura del Mastro Salatore fosse intrinsecamente legata  alla  produzione  della  Bottarga, unico Vero Mastro in grado di organizzare e produrre artigianalmente la lavorazione delle uova di tonno.

Questa ricerca inoltre, ha confermato come il sistema produttivo impiegato da Alfio Visalli sia assolutamente coerente con il metodo storico, così come comprovato dal materiale fotografico e dai reperti individuati.

Conclusi i lavori, la Bottarga di tonno è stata ribattezzata e legata definitiva al lavoro artigiano del Mastro Salatore, marchio registrato che da più di un anno ne accompagna la vendita.

Un grande risultato, il primo, di un progetto che non ha termini o scadenze, pronto a definire sempre nuovi scenari.

Roberta.

Ovviamente tutto questo si è convertito in una linea di comunicazione e ADV in linea con la storicità e l’identità di quanto rappresentato.

Sei anche tu produttore di un PAT?

Scrivici qui info@idlabproject.it