Che Delirio questo Delivery- Occhio al Menù

Non si smette di parlare di delivery

Mondo Retail, Food Service, GDO, tutti a definire l'ultimo packaging di tendenza.

Ma, siamo sicuri che ci sia tutta questa sicurezza dietro i fantastici box che accompagnano le migliori campagne pubblicitarie ed i volti di chef rinomati e richiesti?

Forse no! Il delivery è di grande moda, l'America lo pratica già dagli anni 90, e l'Italia si è adeguata. Ci si è trovati a dover correre ai ripari durante la prima ondata di Pandemia, impossibilitati a muoverci e raggiungere il nostro ristorante del cuore. Purtroppo però non tutto oro è quel che luccica.

Il food è e rimane sostanza alimentare destinata ad essere ingerita e poi, ammirata. Come tale deve essere sicura e solo dopo logisticamente appetibile.Sicuro, sano, gustoso e bello. Per garantire questo al consumatore che acquista il cibo dal nostro bel menù digitale lo si deve comunicare, prima ancora definire, nel suo contenuto.

Le informazioni che accompagnano un prodotto alimentare ( Codice del Consumo, Reg. 1169/ 2011, DPR 286/1962 e così via...) devono essere chiare, precise, idonee ad informare il consumatore sulle qualità del prodotto le sue proprietà e sopratutto tutelarlo da possibile effetti nocivi. Uno degli effetti più plausibili e macroscopici è l'Allergene, elemento sconosciuto dai più, su menù digitali o non, app, informazioni e comunicazione.

Un aspetto sicuramente semplice ma largamente disatteso e trascurato. Una lacuna che troverete sulla stragrande maggioranza dei Big, e dei più piccoli retailer. Lacuna non da poco...

Ordino, mi confermano l'acquisto, pago, consegnano, apro, degusto e... buona fortuna ! Ci auguriamo che non ci siano malcapitati ospiti o amici che per puro caso soffrano di allergie alimentari e che per puro caso abbiano riposto fiducia nel proprio ristoratore o peggio nella pubblicità di grande qualità.

Iniziamo così a mettere in luce, grandi, pesanti e determinanti aspetti che devono Educare il Consumatore a scegliere liberamente, bene ed in modo sicuro.

Oggi il digital food delivery rappresenta tra il 20% e il 25% degli acquisti online in crescita rispetto al 2019 quando erano appena il 18%. “Quest’anno poi, anche a seguito della pandemia, - commenta Daniele Contini, country manager di Just Eat Italia - siamo arrivati ad avere oltre 16.500 ristoranti registrati sulla nostra piattaforma, un 30% in più di prima. In questo modo consentiamo a un 66% degli italiani di ordinare su Just Eat da almeno un ristorante. Quello delle consegne a domicilio è un mercato che nel 2021 prevediamo possa raggiungere il valore di 1 miliardo di euro a livello nazionale con un ulteriore sviluppo nei centri medi e più piccoli.” ( La Repubblica)

Aggiungo che in vista del vicinissimo Natale, anche se "ristretto", occhio alle informazioni che accompagnano il prodotto scelto e se non trovate ciò che vi serve nei menù digitali chiedete all'operatore responsabile.

Attenzione si alle sostanze che potrebbero nuocere ma anche alla qualità di quanto acquistato.

A questo punto non rimane che fare un giro su alcune piattaforme di delivery e immedesimarsi in quella categoria di foodies che decideranno di aiutare l'economia, accogliendo però un informazione scarsa, parziale ed inutile.

Il cibo è sicurezza, alimentazione e trasparenza.

Cit.Roberta Romano

Buona Scelta!

Per un supporto scrivimi o inviami un messaggio con foto e dettagli dei tuoi menù !