Educazione del consumatore- Dovere dei Professionisti?

I primi articoli di Focus on, voglio che siano chiari e semplici, per raggiungere un numero grande di persone ed aiutarle.

Educare il consumatore, questa è una delle finalità alla quale tutti i professionisti operanti nel mondo del commercio dovrebbero aspirare nella predisposizione dei propri piani di comunicazione. Educare all'acquisto consapevole, premiando la fiducia che il consumatore ci ha dimostrato scegliendo di fermarsi da noi. Il codice del consumo, è anche questo.

L'alimentazione è fatta di scelte su larga scala.

Agli studiosi del diritto sicuramente non sto comunicando nulla di nuovo, ma l'alimentazione è fatta sopratutto di larghi consumi, tra scaffali della GDO o la bottega dirimpettaia. I consumatori hanno dei diritti riconosciuti e tutelati, che negli ultimi giorni non hanno tardato a farsi notare ( Vedi multe ANTITRUST ai colossi Apple e altri).

Bene. Centinaia di condivisioni, commenti e news ma quanti di voi conoscono il fondamento di tutti quei diritti reclamati e violati? Dal 2005 il legislatore italiano ha voluto mettere nero su bianco alla luce delle disposizioni UE cosa deve essere preteso dal consumatore al momento dell'acquisto, post vendita e durante. Presidi che non vengono scalfiti assolutamente dalla vendita c.d. a distanza anzi, rafforzata.

La parte debole è sempre la stessa, il consum-attore. Assillato da propagande commerciali di food marketing veicolanti sedicenti qualità esclusive, eccellenti, uniche !

Quali diritti tutelati

Bene, quando decidiamo di accogliere un invito all'acquisto ( che libero non è, vd articolo su dittatura alimentare), teniamo bene a mente che agli utenti ed ai consumatori sono riconosciuti ( art.2 Cod.consumo):

  • Tutela della Salute
  • Sicurezza e qualità dei prodotti e dei servizi
  • adeguata informazione e corretta pubblicità
  • educazione al consumo
  • correttezza trasparenze e equità nei rapporti contrattuali

Tra il contenuto minimo delle informazioni non può mancare la denominazione del prodotto e la presenza di materiali che possono arrecare danno all'uomo, all'ambiente ed alle cose. A tal proposito, l'attenzione globale all'ambiente oltre che all'uomo, grazie alle recenti riforme è stata ulteriormente implementata e rafforzata: un sistema di tutela inclusivo che mette sullo stesso piano, uomo, ambiente e salute degli animali e delle piante( Vedi articolo Reg.625/2017che ha riformato il corpus legislativo).

Quindi, Educare al consumo. Ma come? sembra che al momento comprendere se il prezzo sia quello giusto e se la qualità di ciò che viene pubblicizzato corrisponda al contenuto sia una sfida mondiale. Tanti gli attori coinvolti e troppo deboli gli interessi sani.

Leggiamo ed attenzoniamo, la legge è un fatto sociale, creato per il bene comune, per regolare e migliorare, ma va conosciuta.

Inizia da qui: scarica il codice del consumo e buona spesa!