Valle delle Ferle, la cantina indipendente che vive il Mediterraneo.

Per la ricerca e lo sviluppo più autentici, da appassionata di verità, mi piace partire dalle mie radici: Caltagirone.

Piccola, ma colma di storia da raccontare.

Storie come quelle di Andrea e Claudia, una giovane coppia che dall’amare la vita in campagna sono passati a scrivere una meravigliosa pagina di Sicilia.

Un Albero Secolare

Si sono fermati qui, sulle Ferle Mediterranee sinonimo di Artigianalità e costruzione, come i più saggi contadini riuscivano a fare. Costruivano strumenti solidi ed utili per svolgere i lavori più umili che la terra offriva. E’ così anche Andrea e Claudia, come le piante di Ferla, sicuri e fermi, stanno percorrendo questo cammino di viti e vigne nel Sud Simeto.

Una distesa immensa accoglie i suoi ospiti, con a destra vigne quasi secolari ed a sinistra giovani piante, impiantate con tutti i criteri e l’etica di chi vuole rimanere giusto e vero.

A Valle delle Ferle, Cerasuolo di Vittoria, Frappato di Nero d’Avola, Nero d’Avola, un Bianco ed un meraviglioso Rosato.

Non lavorano per creare un vino che deve per forza piacere, ma per far stare bene seduti su una balla di fieno a respirare la magia di quel contesto. 

Siamo indipendenti vignaioli e tali desideriamo rimanere, racconta Andrea, un sorriso, un cuore verde pulsante, degli alberi di gelso dolci come il miele, e l’esperienza che segna quel gusto e quel profumo del nostro vino.

Valle delle Ferle è cantina, ma anche mani impegnate a lavorare, nel cuore agricolo di Caltagirone, ed io sono orgogliosa di poter scrivere di terre coltivate con la stessa semplicità di un tempo.

Da Luglio un calendario di appuntamenti dedicati al cinema ed al vino, due amori complementari che si vivono con passione.

Grazie Andrea e Claudia.

Sito Cantina.

E Cin a te!